Fondazione Nazionale dei Commercialisti

La proroga tacita del termine di durata nelle società di persone e la facoltà di disdetta unilaterale del socio

Pubblicato in:

di Gabriella Trinchese.

Il termine di durata delle società di persone, ove indicato nell’atto costitutivo, determina, al suo verificarsi una causa di scioglimento della società per cui, prima del suo decorso, è necessaria una valutazione circa l’ipotesi o meno di proroga del suddetto termine, salvo la possibilità di proroga tacita ai sensi degli artt. 2307, co. 3 e 2273 c.c..

Con riguardo alla proroga tacita, nelle società di persone si è soliti ulteriormente distinguere tra proroga tacita legale prevista dall’art. 2273 c.c. e proroga tacita convenzionale, prevista da specifiche clausole contrattuali.

Il documento analizza le fattispecie con particolare riguardo alle criticità derivanti dall'esercizio della facoltà del singolo socio di comunicare unilateralmente la disdetta.


© Fondazione Nazionale dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy e Cookie