Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

Credito d'imposta in favore degli Enti di previdenza obbligatoria e delle forme di previdenza complementare

Pubblicato in:

di Vincenzo Bassi.

Com’è noto, attraverso la Legge di Stabilità 2015 (l. 23 dicembre 2014 n. 190) le Casse previdenziali e i Fondi pensione sono stati chiamati a effettuare investimenti di lungo periodo in settori strategici per il paese. La ragione è comprensibile: valorizzare il risparmio previdenziale sia di primo che di secondo pilastro.

Le Casse previdenziali e i Fondi pensione potranno beneficiare, come contropartita per il loro impegno volontario, di un credito d’imposta, che però non può chiamarsi un’agevolazione in senso tipico. Infatti, a differenza delle altre agevolazioni, questa misura fiscale crea non tanto una posizione di vantaggio a favore delle Casse di previdenza o dei fondi pensione, quanto piuttosto attribuisce a questi enti una responsabilità, un compito di politica economica.


© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy e Cookie