Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

Informativa Periodica - Attività Internazionale

Pubblicato in:

La fine del 2018 e l'inizio del 2019 hanno portato a una serie di novità soprattutto in ambito europeo, che vi abbiamo riassunto nelle pagine che seguono. Oltre alle notizie riguardanti la pubblicazione di due direttive (inversione contabile, e armonizzazione e semplificazione di determinate norme nel sistema IVA), e l'entrata in vigore della direttiva antievasione, si evidenzia la situazione di stallo che interessa la tassazione dell'economia digitale. In effetti, nella seduta plenaria del 13 dicembre scorso, il Parlamento Europeo si è espresso con un'ampia maggioranza a favore delle proposte della Commissione in questo ambito, allo scopo di mantenere alta la pressione politica sul Consiglio.

Così, nonostante le difficoltà nel raggiungere un accordo unanime sulla digital service tax, una possibile definizione della questione potrebbe arrivare nel corso della riunione ECOFIN di marzo prossimo, sotto la presidenza rumena del Consiglio.  A prescindere dall'esito di questa proposta di direttiva, è importante sottolineare l'iniziativa, già menzionata dal Presidente Juncker e che ha poi preso forma nella comunicazione della Commissione del 15 gennaio, che mira appunto a riformare il processo decisionale che richiede attualmente il voto unanime degli Stati membri.

È stato infatti proposto un calendario per una transizione progressiva e mirata verso il voto a maggioranza qualificata nell'ambito della procedura legislativa ordinaria per alcuni settori della politica fiscale condivisa dell'UE, come già avviene per molti altri settori delle politiche europee. 

Leggi l'informativa

© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy e Cookie