Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

Gli scenari futuri dell'IVA alla luce delle direttive e delle proposte dell'UE

Pubblicato in:

La riforma del sistema IVA e la creazione di uno "spazio unico europeo" per l'applicazione dell'imposta, la cui prima fase è prevista con decorrenza primo luglio 2022, sono destinate a realizzarsi seguendo un percorso step by step.

Nel primo capitolo si fornisce una visione d'assieme del percorso che condurrà al sistema IVA 2022 (e, successivamente, al sistema definitivo del tributo), predisponendo un "cruscotto" per controllare e monitorare l'avanzamento dei lavori, di cui sia possibile l'aggiornamento mano a mano che saranno approvate o prenderanno effetto le nuove regole, offrendo nel contempo un contributo di sintesi sulle principali novità.

Nel secondo capitolo viene approfondita la tematica relativa alla prova della avvenuta consegna in altro paese della UE da parte del cedente italiano che ha da sempre assunto un ruolo centrale nella regolamentazione fiscale dei rapporti B2B, in quanto presupposto della non applicazione dell'IVA italiana, e che negli ultimi anni ha dato origine ad interpretazioni non univoche da parte di Guardia di Finanza, Agenzia delle Dogane e Agenzia Entrate, da cui è derivato un ampio contenzioso.

Nel presente documento viene infine presentata una proposta legislativa volta alla prevenzione delle frodi in alcune particolari operazioni triangolari.


© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy e Cookie