Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

I vantaggi della cooperazione: "Fare rete" fra PMI

Pubblicato in:

Il contratto di rete è stato istituito dalla legge n. 33/2009 per poi essere perfezionato con la legge n. 99 del luglio 2009 e modificato con la legge 134/2012.

I contratti di rete rappresentano, per le imprese, una vera opportunità in risposta alle esigenze di flessibilità e innovazione richieste dal mercato, con una particolare attenzio­ne al processo di internazionalizzazione.

In definitiva, il contratto di rete è una forma di cooperazione tra le imprese di tipo stra­tegico in funzione della quale, si possono sviluppare tra le PMI concrete sinergie indi­spensabili al fronteggiamento delle nuove sfide della globalizzazione, dell'innovazione tecnologica e della flessibilità.

Con il presente lavoro, dopo un inquadramento generale sul numero delle PMI in Europa, si è focalizzata l'attenzione sui vantaggi della cooperazione con uno sguardo al processo di internazionalizzazione, richiamando, sin da subito, le iniziative condotte dall'Unione Europea (ad esempio, Small Business Act, The Enterprise Europe Netwok, Erasmus for Young Entrepreneurs) e recepite da alcuni paesi europei, per un confronto con alcune nazioni Extra-Ue.


© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy e Cookie