Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

Autoriciclaggio e responsabilità del professionista

Pubblicato in:

di David Terracina.

Dal riciclaggio all'autoriciclaggio.

Con l'art. 3 della l. 15 dicembre 2014, n. 186, all'esito di un iter travagliatissimo, il legislatore ha introdotto nel nostro sistema penale la nuova fattispecie di reato di autoriciclaggio, i cui tratti verranno qui di seguito sommariamente ripercorsi.

Nelle discussioni, spesso non perfettamente focalizzate, sulle tecniche di contrasto all'evasione fiscale, si è, infatti, ragionato con sempre maggiore insistenza sulla necessità di estendere la portata applicativa dei reati di riciclaggio e di reimpiego di capitali illeciti, di cui agli artt. 648-bis e ter c.p., anche al fenomeno del c.d. «autoriciclaggio» e del c.d. «autoreimpiego»: vale a dire al riciclaggio no al reimpiego di beni di provenienza delittuosa realizzato dagli stessi soggetti autori del «reato presupposto» o che in esso hanno concorso.

Le riflessioni in proposito sono molteplici e coinvolgono le problematiche legate al sistema penal-tributario a vari livelli, nonché, per quanto riguarda più specificamente l'oggetto del presente contributo, il rischio di nuove responsabilità, a vario titolo, a carico del professionista.

L'art. 648-bis c.p. descrive la condotta di riciclaggio in maniera tassativa: si ha riciclaggio quando il soggetto, alternativamente, sostituisce, trasferisce, ovvero compie altre operazioni per ostacolare l'identificazione della provenienza delittuosa di denaro, beni o altra utilità. Allo stesso tempo, il successivo art. 648-ter descrive la condotta di impiego di denaro o beni di provenienza illecita punendo chi, al di fuori dei casi di cui al precedente art. 648-bis, impiega in attività economiche o finanziarie denaro, beni o altre utilità provenienti da delitto.

(leggete l'articolo completo nel file allegato qui sotto)


© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy Cookie Policy