Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

La disciplina fiscale applicabile ai beni sequestrati e confiscati alle consorterie criminali

Pubblicato in:

di ​Luca D'Amore.

In materia fiscale non esiste, nonostante l'introduzione dell'art. 51 del D.Lgs 6 settembre 2011, n. 159 (c.d. codice delle leggi antimafia), una normativa tributaria specifica che disciplini il trattamento da riservare ai beni oggetto di sequestro e confisca.

La materia da regolare diventa ancora più complessa se si tiene conto del fatto che il sequestro può colpire non solo beni "statici" ma anche altri beni "dinamici" quali l'azienda o rami d'azienda.

In questo scenario il supporto del commercialista appare oltremodo indispensabile per sciogliere i nodi problematici che il professionista (custode-amministratore giudiziario) è chiamato quotidiano ad affrontare.

(leggete l'articolo completo nel file allegato qui sotto)


© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy Cookie Policy