Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

Osservatorio Economico - Febbraio 2015

Pubblicato in:

di Tommaso di Nardo.

Migliora sensibilmente il clima di fiducia.  

Archiviato il 2014 con un calo dello 0,4% del Pil, migliorano le stime per il 2015 che dovrebbe vedere una crescita del Pil intorno allo 0,6%. Gli indicatori di fiducia sono tutti in positivo e in crescita con l'unica eccezione delle imprese delle costruzioni ancora in negativo. Forte calo delle nuove aperture di partite Iva a gennaio (-29%) molto accentuato tra le persone fisiche (-36%) e le società di persone (-12%) imputabile all'effetto combinato dell'introduzione del nuovo regime forfettario per le nuove attività a partire dal 1° gennaio 2015 e della previsione della conservazione del vecchio regime per le attività in essere. In flessione il gettito dell'Iva a gennaio 2015, mentre continuano ad aumentare a ritmo sostenuto le sofferenze bancarie.

La ripresa resta incerta e debole.  

Il miglioramento del clima di fiducia non si è ancora tradotto in un miglioramento degli indicatori congiunturali, come conferma il dato negativo di gennaio della produzione industriale. Gli altri dati raccolti e presentati nell'Osservatorio, in particolare il calo del gettito Iva da scambi interni a gennaio, la stazionarietà dei prestiti alle imprese, l'aumento delle sofferenze bancarie, il calo delle partite Iva a gennaio, indicano che la congiuntura soffre ancora pesantemente le conseguenze della recessione e che non sarà facile uscire dalla crisi. 


AllegatiDimensione
pdf Osservatorio Economico - Febbraio 2015455.98 KB
© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy Cookie Policy