Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

RAPPORTO 2015 sull'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Pubblicato in:

Presentazione. 

Il Rapporto 2015 è l'ottava edizione di una serie di fotografie statistiche di una professione che nonostante la crisi e le difficoltà che sempre più attanagliano le piccole e medie imprese, risulta complessivamente in crescita. Nel 2014, anno nel quale la popolazione è rimasta invariata e il Pil è diminuito dello 0,4%, i Commercialisti iscritti all'albo sono aumentati dell'1%, mentre quelli iscritti alle casse previdenziali della Categoria sono aumentati del 2,6%. 

La crescita degli iscritti non è parimenti accompagnata dall'aumento dei redditi professionali. Il Rapporto, infatti, elaborando la media reddituale tra gli iscritti alla Cassa dottori e gli iscritti alla Cassa ragionieri, ha certificato per il secondo anno consecutivo un calo dei redditi professionali nominali (-1,3% nel 2013) e per il sesto anno consecutivo un calo dei redditi professionali reali, cioè misurati al netto dell'inflazione (-3,2% nel 2013), che, con ogni probabilità, proseguirà anche nel 2014 come mostrato dai primi dati raccolti. 

All'inizio del 2015, i commercialisti iscritti all'Albo sono 116.245 e sono cresciuti dell'1% in un anno, proseguendo il trend positivo in atto dal 2013, dopo che nel 2012 il tasso di crescita aveva raggiunto il livello più basso di sempre.Continua ininterrottamente anche la crescita della componente femminile che passa dal 31,4 al 31,6% del totale, e si registra anche una ripresa della componente giovanile con gli iscritti fino a 40 anni che passano dal 20,2% al 21,2%. Altro dato di tendenza degli ultimi anni che viene confermato dal Rapporto 2015 è il tasso di crescita più elevato tra gli Ordini del Nord (+1,6%) rispetto a quelli del Centro (+0,6%) e del Sud (+0,7%). 

L'articolazione territoriale dei dati del Rapporto 2015 e le elaborazioni a livello di singolo ordine locale qui presentate, che fra l'altro ci hanno portato a sperimentare la realizzazione di un modello regionale cominciando dalla Sicilia, ci incoraggiano a proseguire sulla strada della diffusione di Rapporti e Focus a livello locale per rappresentare una professione che, nonostante le mille difficoltà e le mille differenze geografiche del nostro Paese, continua a fornire assistenza quotidiana a circa 3 milioni di piccole e medie imprese.

Giorgio Sganga
Presidente della Fondazione Nazionale
dei Commercialisti


© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy e Cookie