Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti

La disciplina in materia di beni sequestrati e confiscati. Luci e ombre dell'atto Camera n. 1138

Pubblicato in:

di Luca D'Amore.

Lo scorso 11 novembre la Camera dei Deputati ha definitivamente approvato la proposta di legge di iniziativa popolare recante "Misure per favorire l'emersione alla legalità e la tutela dei lavoratori delle aziende sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata" (atto camera n. 1138 nel testo unificato con le altre proposte di legge e segnatamente atto camera GADDA n. 1039, atto camera GARAVINI n. 1189, atto camera VECCHIO n. 2580, atto Camera BINDI n. 2737, atto camera BINDI n. 2786, atto camera FORMISANO n. 2956).

Il testo licenziato dalla Camera dei Deputati è stato trasmesso al Senato della Repubblica in data 16 novembre 2015 e – nell’ambito del rituale iter legislativo – dal 20 novembre 2015 risulta assegnato alla 2ª Commissione permanente (Giustizia) in sede referente.

Nell’auspicio che le “ombre” contenute nel testo approvato dalla Camera dei Deputati vengano rivedute e corrette dalla “Camera di raffreddamento”, con il presente contributo si effettuerà una disamina delle “novità” normative introdotte nella legislazione antimafia dal testo in esame.


© Fondazione Nazionale di Ricerca dei Commercialisti
Piazza della Repubblica, 68 00185 Roma C.F. 97153430588 - P.I. 05817061004 Contatti Informativa Privacy e Cookie